Home

Conoscere la natura e le caratteristiche dei finanziamenti online costituisce una base di partenza fondamentale per muoversi correttamente quando si decide di rivolgersi ad un Istituto di credito per farne uso. Un finanziamento è un prestito pecuniario concesso ad un tasso di interesse fisso, che prevede versamenti costanti nell’ambito di un piano di ammortamento prestabilito. Esso rientra nella categoria dei prestiti non conclusi, vale a dire all’interno di quelle operazioni di finanziamento non realizzate direttamente all’acquisto di uno specifico bene o servizio.
Il contratto di concessione credito è concluso direttamente tra l’istituto concedente ed il soggetto richiedente.Di conseguenza, se la richiesta di finanziamento è accettata, l’erogazione della somma pattuita si concretizza direttamente nelle mani del “consumatore”. Manca la presenza di un bene o di un servizio che possa fungere da garanzia di restituzione. La concessione del prestito teoricamente non prevede la richiesta di garanzie, anche se poi, nella realtà accade che la banca richieda garanzie personali come la fideiussione.

prestiti online

I finanziamenti possono essere sia personali, cioè concessi ai privati per questioni soggettive che possono andare dall’acquisto di un’auto a quello di un bene immobile, sia per le imprese, per progetti di più ampia portata legata al business. Esistono poi altri tipi di finanziamenti, che rientrano in una categoria che può andare ad interessare sia i privati che le imprese e che sarà sviluppata in seguito. Chiaramente per poter ottenere un finanziamento occorre seguire un iter preciso e possedere requisiti specifici affinchè la banca o l’istituto finanziario scelto possa avere debite garanzie che costituiscano una tutela per la restituzione della somma di denaro. Oltre a ciò, saranno chiaramente concordati e definiti i tassi e la durata dei prestiti in questione che varieranno a seconda dell’ammontare della quota richiesta, della base economica di partenza, della portata delle rate e del tempo di estinzione del prestito contratto.

Finanziamenti online con erogazione immediata

I prestiti online immediati sono dei finanziamenti che hanno un’erogazione molto veloce, ossia nell’arco delle 24 ore e, spesso, in giornata. A questo proposito è giusto sottolineare che un finanziamento online per riuscire ad essere erogato in tempi tanto veloci dipende anche dalle caratteristiche di chi lo richiede. Come tutti noi ben sappiamo la banca richiede delle garanzie, sia in termini di reddito che di patrimonio.

Per far si che un prestito possa essere con validità immediata è bene che chi lo richiede abbia un reddito sufficientemente alto a supporto del prestito stesso e non abbia avuto problemi di natura finanziaria come una segnalazione alla centrale rischi o un protesto. Questi aspetti sono fondamentali. Come ben sappiamo in molti casi è importante riuscire ad ottenere un finanziamento immediato perchè, magari, si deve far fronte ad una spesa improvvisa che non si era programmata per tempo.

In questi casi riuscire ad ottenere un prestito veloce nell’arco delle 24 ore è molto, molto importante per ottimizzare i tempi e riuscire a far fronte ai propri impegni. Per approfondire l’argomento relativo ai prestiti online con erogazione immediata puoi leggere questo articolo: www.prestitisbp.com/prestiti-immediati/207/.

Cosa serve per ottenere un finanziamento

La solvibilità del cliente è il requisito fondamentale che l’Istituto di Credito va a considerare prima di avviare la procedura per la concessione di un prestito. Altro passo preliminare importante consiste nel farsi sottoscrivere dal richiedente l’autorizzazione al trattamento dei dati personali, documento senza il quale la banca non potrebbe compiere un passaggio fondamentale: controllare l’esposizione debitoria ed il comportamento creditizio del soggetto presso le banche dati delle Centrali Rischi.

In secondo luogo occorrerà preparare tutti i documenti necessari per poter dare avvio all’istruttoria; tale passaggio comporta, a sua volta, la valutazione di altri tre elementi, quali la compatibilità tra il prestito richiesto ed il reddito del richiedente, la capacità di rimborso e l’esistenza di garanzie supplementari. La compatibilità tra il prestito richiesto ed il reddito del richiedente, ossia il rapporto rata/reddito, va a sincerare il fatto che l’importo della rata del finanziamento, l’importo ripartito da restituire maggiorato del tasso di interesse, non sia superiore ad un terzo del reddito netto del soggetto. Il calcolo del reddito netto avviene sottraendo le uscite mensili, eventuali rate per prestiti, alla somma delle entrate, come da busta paga.

finanziamenti online

La capacità di rimborso misura l’affidabilità creditizia del soggetto, cioè la rimborsabilità puntuale nei pagamenti, che viene calcolata attraverso il credit score, un punteggio che tiene conto dei dati anagrafici del richiedente, di quelli di banche dati pubbliche, nonchè dei SIC, i Sistemi di Informazione Creditizia. Le garanzie supplementari, infine, si riferiscono a tutta una serie di clausule legate ad assicurazioni varie. Talvolta può capitare che un soggetto sia finanziabile da una banca e non da un’altra poichè ciascun istituto ha dei criteri interni, oltre a quelli sopra descritti, che sono diversi in base al tipo di rischio che ciascun finanziatore è disposto ad assumersi.

I documenti richiesti per accedere ad un finanziamento online immediato fanno parte di una lista più o meno corposa a secondo dell’istituto di credito o bancario a cui si fa richiesta. Solitamente occorre motivare l’impiego per cui si richiede il finanziamento, prestito finalizzato, ed a tal fine è necessario presentare le seguenti carte:

  • per lavoratori dipendenti l’ultima busta paga;
  • per lavoratori autonomi la dichiarazione dei redditi;
  • un documento di riconoscimento (fotocopia fronte e retro carta d’identità o patente non scadute);
  • la fotocopia del codice fiscale;
  • la fotocopia di un documento attestante la residenza;
  • la fotocopia di un documento da cui risultino numero di conto corrente e coordinate bancarie, ABI e CAB (es. copia contabile bancaria relativa a prelievo e versamento, estratto conto bancario).

In alcuni casi possono essere richiesti anche il CUD e le ultime due bollette dell’utenza telefonica o dell’ENEL.
Ribadiamo comunque che è sempre a discrezione della società o dell’istituto finanziatore decidere se concedere il prestito o meno. Una volta inviati i documenti necessari, soprattutto in tema di prestiti personali, solitamente l’approvazione definitiva viene fatta pervenire in 24 ore; a quel punto il richiedente potrà scegliere se incassare l’importo accordato tramite bonifico bancario, direttamente sul suo conto corrente, oppure ritirare il tutto con un assegno.

Finanziamenti immediati per sposi

I prestiti finanziari per gli sposi sono dei finanziamenti personali nati per andare incontro alle esigenze delle giovani coppie in prossimità di una vita insieme ma con importanti incombenze economiche.
Le spese per l’organizzazione di un matrimonio sono infatti tantissime e questo costituisce un grosso ostacolo che grava considerevolmente sulle scelte dei futuri sposi e dell’organizzazione del matrimonio stesso.
Grazie a questi finanziamenti è possibile avere in tempi molto rapidi una liquidità che può arrivare fino alla soglia dei 50.000 Euro. Chiaramente l’importo erogabile dipende da finanziaria a finanziaria oltre che dalle credenziali fornite; sicuramente un occhio di riguardo va sempre rivolto ai tassi di interesse proposti ed alle varie componenti -TAN, TAEG, tasso fisso o variabile, rate. Il rimborso, che avviene attraverso trattenuta in busta paga, lascia un respiro di 120 mesi e consente di usufruire di tassi agevolati. I documenti necessari per accedere al prestito prevedono semplicemente carta d’identità, codice fiscale, busta paga e modello CUD.

Prestiti senza busta paga online

Dopo aver parlato dei requisiti necessari ad ottenere un finanziamento e di come funzionano i prestiti online immediati facciamo giusto un piccolo escursus su quelli che sono i finanziamenti senza garanzie. Anche chi non ha un reddito fisso può ottenere un finanziamento grazie ai prestiti senza busta paga. Queste tipologie di prestiti soddisfano le richieste di liquidità di chi non lavora, di chi non ha uno stipendio oppure di chi è in pensione. I cambiamenti economici e l’aleatorietà del lavoro, hanno determinato un aumento di questi prestiti. Nel 2015 le banche e gli istituti di credito hanno stipulato una molteplicità di prestiti senza busta paga. E il numero è destinato ad aumentare. Ma in cosa consistono i prestiti senza busta paga e come funzionano? Esistono molte tipi di prestiti senza busta paga. Ricordiamo i prestiti senza garanzie, i prestiti a casalinghe, i prestiti senza reddito e i prestiti ai disoccupati. Ognuna di queste categorie, pur avendo un minimo comune denominatore, hanno diverse caratteristiche che variano a seconda delle esigenze di chi richiede il prestito.

Svariati sono i soggetti che possono accedere a questo tipo di finanziamento. Pensiamo ai lavoratori autonomi, ai lavoratori dipendenti la cui busta paga è già impegnata nel pagamento di altri finanziamento. Ancora, i neo imprenditori, i lavoratori autonomi e irregolari, i pensionati e gli studenti. I prestiti senza busta paga sono molto utilizzati anche dai cattivi pagatori per accedere a forme di finanziamento. Ricordiamo che i “cattivi pagatori” sono quei soggetti iscritti in una sorta di “black list” perchè non hanno pagato due o più rate di un prestito. Pur non essendo considerati affidabili dalle banche, i cattivi pagatori riescono ad ottenere, con facilità, i prestiti senza busta paga.

Normalmente, chi non ha una busta paga ed ha la necessità di avere liquidità, non può far altro che utilizzare i seguenti strumenti: cambiali, fideiussione bancaria, pegno su beni mobili, ipoteca su beni immobili. Sono questi gli strumenti tradizionali che consentono a tali soggetti di ottenere liquidità. Senza dubbio, allora, i prestiti senza busta paga sono un valido aiuto per tutti quegli italiani che non riescono a progettare il loro futuro perchè non in possesso di una busta paga.

Qui di seguito alcune delle principali norme sui finanziamenti

Le norme e le leggi relative ai prestiti finanziari fanno essenzialmente luce sui seguenti temi: la trasparenza nelle operazioni bancarie, il Testo Unico Bancario, il rispetto della deontologia creditizia ed, infine, la tutela dei dati personali. Le leggi coinvolte sono rispettivamente: Legge 154-92, Norme sulla trasparenza delle operazioni bancarie; Legge 385-93, Testo Unico Bancario; Legge 300-2004, Codice di deontologia in tema di crediti; Legge 196-2003, Codice in materia di protezione di dati personali (privacy).

Oltre a queste normative che restano pilastri sacri per quel riguarda i prestiti e i finanziamenti, con l’approvazione dell’ultima legge finanziaria sono state apportate delle novità in tema di finanziamenti, soprattutto andando ad agire sul ribasso dei tassi di interesse sui prestiti finanziari in continua lievitazione, attraverso la proposta di nuove forme di agevolazione sia nel credito finalizzato, sia nel credito al consumo. Intanto l’eliminazione di qualsiasi forma di penale sull’estinzione anticipata del prestito, anche se, com’è noto, gli Istituti di credito applicano comunque forme di tutela per non perdere gli interessi mancati, anche se il nome penale è bandito. Le agevolazioni riguardano anche la facilità di trasferimento del prestito finanziario senza costi od oneri aggiuntivi.